logo azienda
// Homepage : Dedicato agli inquilini : Servizio Patrimonio

Servizio Patrimonio

Coordinatore del Servizio: Geromin Maurizio
m.geromin@atertv.it

Le competenze del Servizio sono:

  1.  gestione del patrimonio aziendale (inserimento negli archivi, gestione del catasto interno, vendita alloggi agli assegnatari e all’asta, verifica corretto uso del patrimonio, estinzione diritti di prelazione e ipoteche);
  2.  assistenza alle autogestioni dei servizi e partecipazione alla gestione condominiale;

Il Servizio si suddivide in:

Ufficio Acquisti/vendite
Responsabile dell’Ufficio: Giampaolo Zardini

Le competenze dell’Ufficio sono:
gestione del patrimonio aziendale (inserimento negli archivi, gestione del catasto interno, vendita alloggi agli assegnatari e all’asta, verifica corretto uso del patrimonio, estinzione diritti di prelazione e ipoteche)

Ufficio Condomini/autogestioni

Responsabile dell’Ufficio: Giuliano Zangrando
Le competenze dell’Ufficio sono:
assistenza alle autogestioni dei servizi e partecipazione alla gestione condominiale.

FABBRICATI NON DICHIARATI IN CATASTO
 
L’ ATER sta ricevendo da parte dell’Agenzia del Territorio di Treviso , numerosi avvisi di accertamento relativi ad immobili realizzati dagli assegnatari sulle proprietà dell’Azienda.
Trattasi principalmente di garage , magazzini , insistenti sull’area di pertinenza degli edifici assegnati in locazione
La procedura attivata consiste nel rilievo operato dal satellite che fotografa la situazione al suolo e il successivo incrocio con la banca dati catastale , verificando se nella mappa sussistono i fabbricati rilevati.
In caso che la mappa non risulti aggiornata, dopo aver affisso in appositi elenchi pubblicati presso l’albo pretorio di ogni Comune ,viene attribuita d’ufficio da parte del Catasto, la rendita catastale presunta relativa agli immobili non dichiarati , e attivata la procedura di accertamento comprensiva di oneri e sanzioni.
L’Azienda , quale proprietaria degli immobili , è tenuta al pagamento di quanto inviato nei termini stabiliti ove non incorrere in ulteriori sanzioni , previo poi recupero delle spese sostenute e di ogni altro , onere , sanzione , tasse , pratiche catastali , ecc. da parte dei realizzatori .
Gli uffici dell’ATER procederanno pertanto a verificare mediante sopralluoghi nel territorio provinciale al fine di individuare ogni opera realizzata in variazione allo stato originario, provvedendo alla contestazione di quanto non regolare.
Si avvisano gli inquilini che avessero apportato modifiche senza alcuna autorizzazione da parte dell’Azienda, di segnalare urgentemente al Servizio Patrimonio, ogni modifica effettuata al fine di evitare ulteriori procedure di accertamento e di denuncia all’autorità preposta.
Si ricorda che ogni variazione ,che modifica lo stato originario di quanto consegnato con la firma del contratto di locazione, deve essere autorizzata dall’ente proprietario , ogni abuso effettuato è in contrasto con le norme contrattuali e urbanistiche e pertanto, qualora non fosse possibile l’eventuale sanatoria , va rimossa a cura e spese del realizzatore con ogni conseguente onere.